Tutto Quello che Dovresti Sapere di Piacenza

Categories Blog
piacenza

Situato nel centro della Valle del Padana, Piacenza si trova sulla riva destra del fiume Po, a soli 67 Km da Milano.

Lungo la parte finale dell’antica via Emilia, la città si trova nella parte più settentrionale e occidentale della regione Emilia.

Perché Visitare

Questa tranquilla cittadina provinciale, facile da vivere e dedicata ai piaceri del buon cibo, è caratterizzata anche da piccoli tesori e memorie di un passato ricco di storia, come la sua cattedrale, il Palazzo Gotico, il Palazzo Farnese.

Per non parlare delle meravigliose dimore nobili, delle sue diverse chiese e delle strette vie del centro, che, anche se apparentemente gravi, nascondono inaspettate sorprese.

Dove Visitare e Cosa Vedere

cosa visitare a piacenzaQualsiasi stagione è buona per andare a Piacenza. Tuttavia, si consiglia la primavera e l’autunno, quando il clima mite fa camminare lungo le sue strade più piacevole.

Senza dubbio, oltre alle due piazze, ‘Piazza Duomo’ e ‘Piazza Cavalli’, quest’ultimo come emblema della città con le due statue equestre di Mochi sullo sfondo del ‘Palazzo Gotico’, altri siti vale la pena visitare: il romanico ‘ La Basilica di Sant’Antonino, una delle stazioni dei pellegrini lungo la Via Francigena, con la sua Porta del Paradiso, la chiesa di Santa Maria di Campagna che conserva tra gli altri affreschi di Pordenone e Basilica di San Savino I mosaici del XII secolo che rappresentano il ciclo dei mesi.

Fra i numerosi luoghi da visitare nelle vie del centro della città, la chiesa di San Sisto, nascosta a vista, è ricca di affreschi, opere in ferro battuto e decorazioni del XVIII secolo, mentre il Teatro Comunale, dedicato a Verdi e costruito da Lotario Tomba È come una miniatura ‘Teatro alla Scala’.

Un altro posto meraviglioso da visitare è il bellissimo Palazzo Farnese, costruito da Vignola, dove si trovano i Musei Comuni di Palazzo Farnese; Qui è possibile ammirare il fegato etrusco, il Tondo di Botticelli, mentre l’Alberoni Art Gallery presenta la famosa ‘Ecce Homo’ di Antonello da Messina.

Non Perdetevi

Non potete lasciare Piacenza senza visitare la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, che offre una visione completa dell’arte figurativa italiana a partire dalla seconda metà del XIX secolo.

Ma il gusto è importante, quindi vale la pena provare almeno un piatto tipico di Piacenza nei vari ristoranti e trattorie.

Sul tavolo

Non tutti sanno che Piacenza è una vera e propria “valle alimentare” e che produce la più grande quantità di carni saline, formaggi e vini in D.O.P e D.O.C in Italia. “Stato dell’arte” cibo e vini da gustare come ‘coppa’, salumi e pancetta.

‘Pisaréi e fasö’, ‘anolini’ e ‘tortelli con la coda’, ‘bomba di riso’ (primi corsi) e ‘piccula ad cavall’ (secondo corso). Tutto deve ovviamente essere accompagnato solo da vini di Piacenza, tra i quali il rosso ‘Gutturnio’ è il più conosciuto.

Eventi Principali

Oltre alla ricca stagione lirica e drammatica del teatro municipale di Piacenza, il Festival del Lawitto, tenutosi a settembre, è diventato un evento nazionale importante.

Nelle Vicinanze

Da Piacenza si raggiunge facilmente tutti i magnifici castelli del Ducato di Parma e Piacenza aperti al pubblico che caratterizzano il territorio di Piacenza e il neocotico borgo di Grazzano Visconti ( Circa 20 Km) che porta i visitatori al passato. Tra i quartieri artistici da visitare è l’antico Bobbio (45 Km).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *